Caso Manca: “Attilio si drogava da anni e la Mileti era la sua spacciatrice”

manca-attilio-900Depositate le motivazioni della sentenza per la morte del giovane urologo
di Lorenzo Baldo
Ferragosto. Decisamente inusuale che in una giornata come questa vengano pubblicate le motivazioni di una sentenza. Ma è quanto è accaduto. Dal sito tusciaweb si apprende del deposito di questo documento firmato dal giudice di Viterbo Silvia Mattei e composto da 22 pagine: Attilio Manca era un drogato anomalo – da quindici anni – capace di stare mesi senza drogarsi e la sua pusher era Monica Mileti che va condannata a 5 anni. Fine del film. Continua a leggere

Caso Manca: 30.000 persone contro un’archiviazione

manca-attilio-3Depositate alla Procura di Roma le firme raccolte per fare luce sulla morte del giovane urologo
di Lorenzo Baldo
Consegnate! Sono esattamente 30.917 firme quelle depositate oggi dal gruppo “Attilio Manca” (Agende Rosse – Rm) alla Procura di Roma contro la possibile archiviazione del caso Manca. Lo scorso 14 aprile era stata pubblicata sulla piattaforma change.org una specifica petizione rivolta al Procuratore di Roma Giuseppe Pignatone, all’aggiunto Michele Prestipino e al sostituto Maria Cristina Palaia. All’appello avevano risposto importanti personalità del mondo dell’antimafia, della politica, dell’arte e della cultura. Tra questi: il Presidente di Libera Don Luigi Ciotti; il fondatore del movimento delle Agende Rosse Salvatore Borsellino; la Redazione di Antimafia Duemila; gli ex colleghi di Attilio Manca Simone Maurelli, Domenico Luigi Paternico e Antonio Caporaso; i deputati: Luigi Di Maio (Vicepresidente Camera dei Deputati), Alessandro Di Battista, Claudio Fava (Vicepresidente Commissione antimafia), Giulia Sarti, Francesco D’Uva, Davide Mattiello, Rosanna Scopelliti, Giuseppe Civati, Paolo Bolognesi (componente Commissione parlamentare sul rapimento e sulla morte di Aldo Moro, presidente ass. familiari strage di Bologna); I senatori: Luigi Gaetti (Vicepresidente Commissione antimafia), Mario Michele Giarrusso, Giuseppe Lumia, Maurizio Santangelo, Barbara Lezzi; Le attrici e registe: Sabina Guzzanti e Annalisa Insardà; I cantanti: Fiorella Mannoia, Daniele Silvestri e Marco Ligabue; Il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, il sindaco di Messina Renato Accorinti, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris, il sindaco di San Donà di Piave (Ve) Andrea Cereser; e tanti altri. Continua a leggere

Attilio Manca, lo Stato impedisce la verità: Pignatone prepara archiviazione

manca-attilio-genitoridi Francesca Scoleri
Il sigillo della verità negata sulla morte di Attilio Manca. L’Avvocato  della famiglia Antonio Ingroia, annuncia l’archiviazione  disposta dal Procuratore Pignatone e al contempo parla di “prove” che vanno a confermare l’omicidio del giovane urologo che avrebbe operato Bernardo Provenzano di tumore alla prostata durante la sua latitanza. Continua a leggere

Ingroia: “Pignatone chiederà l’archiviazione per il caso Manca ma noi ci opporremo”

ingroia-c-federico-bittiL’anticipazione del legale dei familiari del giovane urologo siciliano ucciso nel 2004
di Lorenzo Baldo

Palermo. “La procura di Roma si appresta – non lo ha ancora formalizzato – a richiedere l’archiviazione in merito alle indagini sull’omicidio di Attilio Manca. Lo dico fin d’ora: noi faremo opposizione contro questa richiesta di archiviazione. Non si può mettere una pietra tombale sull’indagine di Attilio Manca. Sono convinto – ci sono anche le prove – che Manca è stato ucciso dall’apparato mafioso istituzionale che ha coperto la latitanza di Bernardo Provenzano prima del suo arresto! Per anni c’era chi aveva interesse a coprirne la latitanza perché Provenzano era il garante mafioso della trattativa Stato mafia. Questa è la verità! E’ possibile che non si sia trovato un ufficio giudiziario che si sia appassionato alla ricerca della verità? Neppure la procura nazionale antimafia a cui avevamo depositato un esposto… la speranza ora è rivolta a Nino Di Matteo”. L’anticipazione arriva come un acquazzone estivo. Le parole amplificate nell’atrio di Giurisprudenza durante l’incontro “In che Stato è la mafia?” sono quelle di Antonio Ingroia, che, assieme a Fabio Repici, difende la famiglia Manca. Nessuna sorpresa. Solamente l’amarezza, il dolore e la rabbia nei confronti di quella che appare come una non volontà ad andare fino in fondo in questo mistero. Continua a leggere

Non archiviate il caso Manca!

manca-attilio-3di Lorenzo Baldo
La lettera della madre del medico alla moglie di Provenzano e l’appello alla Procura di Roma.
L’anticipazione del nuovo numero di Antimafia Duemila*
“Signora Saveria Benedetta Palazzolo, mi rivolgo a lei da madre a madre. Lei, in qualità di moglie di Bernardo Provenzano, è l’unica che mi potrebbe aiutare a cristallizzare la verità sulla morte di mio figlio, Attilio Manca. Suo marito era in procinto di parlare, ma è stato selvaggiamente picchiato e messo a tacere per sempre; quindi la esorto a continuare lei la collaborazione impedita a suo marito. Lo faccia per i suoi figli, per la sua coscienza, per chi da decenni aspetta un briciolo di verità”. Continua a leggere

Presentazione del libro ‘Suicidate Attilio Manca’ – Campobello di Licata, 20 Luglio

20170720-presentazione-libro-suicidate-attilio-manca-campobelloGiovedì 20 luglio alle ore 20:30 presso il Cortile del Municipio di Campobello di Licata (AG), con il Patrocinio del Comune di Campobello di Licata e in collaborazione con l’Associazione Saveria Antiochia Osservatorio Antimafia, Il covo degli artisti e l’Associazione culturale Gruppo Zabara, si terrà la presentazione del libro di Lorenzo BaldoSuicidate Attilio Manca“.

Durante l’evento, moderato da Jole Garuti, interverranno: Giovanni Picone, Fabio Repici e Tano Avanzato. Continua a leggere