Archivi del mese: febbraio 2017

La storia di Attilio Manca riparte da San Donà di Piave

4Foto e Video
di AMDuemila
La famiglia: “Finalmente possiamo sperare in una nuova verità”
E’ una sensazione particolare quella che si prova nell’ascoltare la storia di Attilio Manca a San Donà di Piave, città che ha dato i natali al giovane urologo siciliano, poi trasferitosi con la famiglia a Barcellona Pozzo di Gotto in provincia di Messina. L’occasione, a tredici anni dalla sua morte, viene data dalla presentazione del libro di Lorenzo Baldo, Suicidate Attilio Manca (Imprimatur editore), che si è tenuta ieri pomeriggio al Centro culturale “Leonardo Da Vinci”, organizzato dall’Associazione Nazionale Amici di Attilio Manca A.N.A.A.M. con il patrocinio della Città di San Donà di Piave.
Accanto all’autore, moderati da Elisa Rossi, sono intervenuti il fratello dell’urologo, Gianluca Manca, la madre Angelina (in collegamento telefonico), Elisabetta Bustreo, l’attrice Annalisa Insardà (che ha letto diversi passi del libro) e Giorgio Bongiovanni (direttore di ANTIMAFIADuemila).
Di fronte ad una platea attenta sono state ripercorse tutte le anomalie del caso a cominciare dai primi rilevamenti del 12 febbraio 2004 quando a Viterbo, in un appartamento di via Monteverdi, venne ritrovato il cadavere di Attilio. E’ proprio Lorenzo Baldo, nel suo intervento, a mettere in fila tutti quei “pezzi mancanti” che avvolgono di mistero l’intera vicenda. Dalle testimonianze ignorate degli amici di Attilio Manca, che assicurano come l’urologo fosse tutt’altro che un tossicodipendente, alle impronte mancanti sulle siringhe ritrovate nel luogo del delitto. Poi ancora le telefonate scomparse nei tabulati, i mancati esiti degli esami tricologici, la non considerazione delle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia e tanto altro ancora. Continua a leggere

Presentazione del libro ‘Suicidate Attilio Manca’ – San Donà di Piave, 26 Febbraio

20170226-suicidate-manca-sandonadipiaveDomenica 26 febbraio alle ore 17 al Centro culturale “Leonardo Da Vinci” in piazza Indipendenza 12 a San Donà di Piave (Venezia), presentazione del libro “Suicidate Attilio Manca”. Interverranno, insieme all’autore Lorenzo Baldo, Gianluca Manca, Elisabetta Bustreo, Annalisa Insardà e Angela Manca (in collegamento telefonico). Evento organizzato dall’Associazione Nazionale Amici di Attilio Manca A.N.A.A.M con il patrocinio della Città di San Donà di Piave.

L’evento facebook.com/events/1523843797659985
Continua a leggere

Presentazione del libro ‘Suicidate Attilio Manca’ – Zugliano (Pozzuolo del Friuli), 24 Febbraio

20170224-suicidate-attilio-manca-zugliano-corrVenerdì 24 febbraio alle ore 20.30 al Centro di accoglienza “E. Balducci” in piazza della Chiesa 1 a Zugliano (Pozzuolo del Friuli – Udine), Lorenzo Baldo presenta “Suicidate Attilio Manca”.

Intervengono Gianluca Manca, Pierluigi Di Piazza, Francesco Cautero e Annalisa Insardà.

Infotel: 0432.560699

L’evento facebook.com/events/1235815013161652
Continua a leggere

Attilio Manca, un caso da riscrivere?

laltrastoria-attilio-mancaSu “L’Altrastoria” l’approfondimento dopo le recenti novità
di AMDuemila – Video
E’ la mattina del 12 febbraio 2004 quando Attilio Manca, il giovane urologo siciliano di Barcellona Pozzo di Gotto, viene trovato morto nella sua casa di Viterbo. Manca fu ritrovato riverso sul letto di casa sua, con due buchi sul braccio sinistro.
Accanto al corpo furono ritrovate anche due siringhe, entrambe con i tappi salva ago e salva stantuffo inseriti. Per la Procura di Viterbo, che condusse le indagini, la morte sarebbe da attribuire ad un’overdose per “inoculazione volontaria” di eroina, tranquillanti e alcool. Una morte accidentale, quindi, o un possibile suicidio. Secondo la Procura di Viterbo, Manca sarebbe stato un consumatore abituale – seppur non dipendente – di sostanze stupefacenti. Continua a leggere

Lumia: “La verità su Attilio Manca? Tutti la conosciamo”

lumia-giuseppe-web3La vera causa della morte del giovane urologo? Per il senatore Pd è “come un diamante grezzo” emerso dai fondali del nostro Paese
di AMDuemila

Trabia. “È un viaggio nella verità. Un viaggio che ci aiuta a comprendere alcuni capisaldi strategici pseudo culturali comunicativi delle mafie”. Esordisce così il senatore Giuseppe Lumia, intervenuto ieri alla presentazione del libro di Lorenzo Baldo “Suicidate Attilio Manca” organizzata dal Comune di Trabia (Pa), che ha visto come relatori il sindaco Leonardo Ortolano e gli assessori Bonaventura Zizzo e Vitalba La Russa.
Quest’ultima ha sottolineato il grande merito di Alessandro Bafumo (noto alle cronache per aver realizzato 5 anni fa la prima libreria per disabili in Italia) instancabile promotore dell’evento. Continua a leggere

Nel nome di Attilio Manca: il libro presentato a Castelvetrano

2L’attacco a Messina Denaro: “Arrestato quando ‘scadrà’ il contratto con lo Stato”
di Miriam Cuccu – Foto e Audio
Il dolore di una madre riesce, per sua natura, a spingersi oltre muri di gomma e mulini a vento, arrivando a smuovere le coscienze omertose o addormentate. È ciò che è accaduto tra Angelina Manca e Giuseppe Campo: lei madre di Attilio, medico il cui assassinio è passato per suicidio da overdose lui pentito ed ex mafioso del messinese, che ha rivelato come inizialmente avrebbe dovuto sparare all’urologo di Barcellona Pozzo di Gotto. Continua a leggere

Il caso di Attilio Manca a “L’altroparlante”, questa sera alle 20,45

20170215-laltroparlante-mancaAppuntamento mercoledì dalle 20,45 in diretta su Radio In – 102 FM. La rubrica L’altrastoria vi racconterà il caso della morte dell’urologo ATTILIO MANCA. Ascolteremo anche le nuove rivelazioni che hanno portato, finalmente, ad aprire un’indagine per omicidio. Interverranno: la signora Angela, madre della vittima; Antonio Ingroia, ex P.M. ora tra i legali della famiglia Manca; Lorenzo Baldo, autore del libro “Suicidate Attilio Manca”. In fine, come sempre, le considerazioni del Sindacato di Polizia “MP” e di “Scorta Civica”. Continua a leggere

Attilio Manca. Ingroia riesuma pentito e riapre il caso. “Ho fiducia”

manca-attilio-web4di Luciano Mirone
L’ex pm di Palermo Antonio Ingroia tira fuori dalla palude del silenzio una storia vecchia di anni e ripropone clamorosamente il caso di Attilio Manca all’opinione pubblica nazionale. Una storia ignorata in passato, malgrado l’anticipazione data da questo giornale già nel maggio 2016 con un titolo che non dovrebbe lasciare spazio ad equivoci: “Manca? Uccidetelo a Barcellona”. Nell’articolo si parla di un collaboratore di giustizia che dichiara che il piano di morte, in un primo momento, doveva scattare a Barcellona Pozzo di Gotto dove Attilio avrebbe trascorso le vacanze di Natale. Un particolare che il pentito avrebbe svelato diversi anni prima a delle fonti autorevoli, ma su cui nessuno ha mai ritenuto di indagare. Continua a leggere

Attilio Manca e l’ombra di ‘Binnu’. Baldo scava sul caso irrisolto

manca-attilio-web3Il vicedirettore di AntimafiaDuemila è l’autore di “La mafia ordina: suicidate Attilio Manca”
di Laura Distefano
Catania. Fame di verità e giustizia. C’è soprattutto questo dietro il progetto editoriale di Lorenzo Baldo, autore del libro “La mafia ordina: suicidate Attilio Manca” (edito da Imprimatur). Il vicedirettore di AntimafiaDuemila ieri ha presentato la pubblicazione a Catania alla Cgil. Il giornalista mette in fila tutti gli elementi che si nascondono dietro la morte dell’urologo di Barcellona Pozzo di Gotto. Una morte che porta direttamente a Cosa nostra, massoneria e pezzi deviati dello Stato. Il caso nel 2004 viene frettolosamente chiuso come suicidio per overdose di eroina. “Una sciatteria giudiziaria”, così la definisce Baldo. Adesso c’è un’inchiesta della Procura di Roma che potrebbe fare chiarezza. Finalmente. Continua a leggere

Omicidio Manca, il pentito Campo: “Tra i killer di Attilio anche suo cugino”

16708294_1838046443099899_5219547222134721374_ndi Lorenzo Baldo
Barcellona Pozzo di Gotto. Dichiarazioni shock. Sono quelle del pentito Giuseppe Campo, classe 1964, ex mafioso della provincia di Messina, rese all’avvocato Antonio Ingroia (che assieme a Fabio Repici difende la famiglia Manca). E’ stato lo stesso Ingroia ad averne fatto cenno ieri sera durante la commemorazione per il 13° anniversario della scomparsa di Attilio Manca. Dal canto suo l’ex pm non ha riferito il nominativo del collaboratore, né tanto meno i nomi dei principali protagonisti del racconto di Campo; nomi che, però, sono emersi alla prima lettura del relativo verbale. La morte del giovane medico siciliano? Nessun suicidio a base di droga: un vero e proprio omicidio a cui avrebbe partecipato, tra gli altri, il cugino dell’urologo barcellonese, Ugo Manca. L’integrazione ai verbali precedentemente resi da Campo alla Procura di Messina è stata depositata dai due avvocati alla Procura di Roma. Che ha disposto una proroga delle indagini modificando il fascicolo del caso Manca, contro ignoti, questa volta però sotto la dicitura “omicidio”.
Era stato lo stesso Campo, nel settembre del 2016, a scrivere una lettera all’ex pm Ingroia manifestandogli l’intenzione di voler approfondire quanto di sua conoscenza su questo caso. Dopo aver ricevuto la missiva, il legale dei Manca si era quindi recato presso la località segreta dove Campo è detenuto per scontare una pena definitiva per reati precedenti la sua collaborazione (associazione mafiosa, estorsioni, rapine, traffico di stupefacenti) e aveva verbalizzato le sue affermazioni. A dir poco agghiaccianti. Continua a leggere