Tutti gli articoli di admin

Attilio Manca, 11 febbraio 2004

manca-provenzano-sfo-bluedi Roberto Greco
È di qualche giorno fa la notizia che il procuratore di Roma, Giuseppe Pignatone, ha vistato la richiesta di archiviazione firmata dai magistrati della procura romana Cristina Palaia e Michele Prestipino. Netta è stata la risposta degli avvocati della famiglia, Repici e Ingroia: “Sarà fatta opposizione” Continua a leggere

La speranza di giustizia di Attilio Manca riposta nelle coscienze delle istituzioni

4L’avvocato Repici su archiviazione caso Manca: “Stupro della giustizia al potere
di Davide de Bari – Foto
I dottori Prestipino e Pignatone dicono in questa sentenza, che non possono prendere in considerazione le testimonianze di cinque collaboratori di giustizia, perché sono discordanti. Ecco, io dico che non è vero che sono discordanti, perché Attilio Manca è stato ucciso per aver operato e riconosciuto Bernando Provenzano […] I magistrati se hanno un po’ di coscienza, e credo che ne abbiano, dovrebbero aprire un processo per l’omicidio di Attilio, indagando personaggi barcellonesi. E solo allora potremo dire che viviamo in un Paese democratico, dove si può avere giustizia”. E’ questo il grido di Angela Manca, nella ricorrenza della morte di suo figlio Attilio, morto in circostanze misteriose l’11 febbraio 2004 a Viterbo. E’ alla Procura di Roma che si rivolge, che nei giorni scorsi ha firmato una richiesta d’archiviazione del fascicolo contro ignoti per la morte di Attilio Manca. Una richiesta arrivata proprio a pochi giorni di distanza dalla ricorrenza della morte del urologo barcellonese, ma i familiari in questo giorno nella loro città hanno voluto fare memoria per poter serrare le fila e continuare a lottare per la verità. Continua a leggere

Caso Manca, Ingroia: “Ribellarsi contro la pietra tombale su un omicidio di Stato”

Conferenza Italia-America Latina e Caraibidi Antonio Ingroia
Quattordici anni fa veniva ucciso Attilio Manca, un medico molto bravo, una persona perbene, una vittima innocente. Perché il suo fu un omicidio, un omicidio di Stato e di mafia, e non una tragedia di droga, come si è voluto a ogni costo far passare in tutti questi anni di verità e di giustizia negate. Attilio è una delle tante vittime innocenti sacrificate sull’altare di quella scellerata trattativa che uomini delle Istituzioni ai più alti livelli strinsero con i boss mafiosi, lasciandosi dietro una lunga scia di sangue. La sua unica ‘colpa’ fu quella di essere la persona giusta al posto e nel momento sbagliato. Un chirurgo all’avanguardia, uno dei primi ad utilizzare la tecnica chirurgica della laparoscopia per operare il cancro alla prostata. Per questo nell’autunno 2003 fu coinvolto nell’operazione cui fu sottoposto in gran segreto l’allora latitante Bernardo Provenzano. Continua a leggere

Caso Manca: e richiesta di archiviazione fu!

manca-attilio-luceDepositata l’istanza della Procura di Roma, una (nuova) pietra tombale sulla morte del giovane urologo
di Lorenzo Baldo
Sei mesi. Tanto è passato da quando Antonio Ingroia, legale della famiglia Manca assieme a Fabio Repici, aveva anticipato pubblicamente la decisione del Procuratore di Roma Giuseppe Pignatone. “La procura di Roma si appresta – non lo ha ancora formalizzato – a richiedere l’archiviazione in merito alle indagini sull’omicidio di Attilio Manca. Lo dico fin d’ora: noi faremo opposizione contro questa richiesta di archiviazione. Non si può mettere una pietra tombale sull’indagine di Attilio Manca”. “Sono convinto – aveva sottolineato Ingroia –, e ci sono anche le prove, che Manca è stato ucciso dall’apparato mafioso istituzionale che ha coperto la latitanza di Bernardo Provenzano prima del suo arresto! Per anni c’era chi aveva interesse a coprirne la latitanza perché Provenzano era il garante mafioso della trattativa Stato mafia. Questa è la verità! E’ possibile che non si sia trovato un ufficio giudiziario che si sia appassionato alla ricerca della verità? Neppure la procura nazionale antimafia a cui avevamo depositato un esposto… la speranza ora è rivolta a Nino Di Matteo”. Ecco quindi che quell’anticipazione si materializza oggi in un documento firmato dai magistrati romani Michele Prestipino, Cristina Palaia, con il visto del procuratore capo Giuseppe Pignatone, di cui viene data notizia sul sito del Corriere.it. Continua a leggere

“La dignità di Attilio Manca calpestata dal tiranno e dall’ignoranza” – Barcellona Pozzo di Gotto, 11 Febbraio

20180211-ricordo-morte-attilio-mancaDiretta streaming!
Domenica 11 febbraio
alle ore 16, a Barcellona Pozzo di Gotto (ME), presso la sala conferenze Parco Urbano Maggiore Giuseppe La Rosa (Sala ex stazione FF. SS.) via Salvatore Cattafi 52, l’ANAAM (Associazione Nazionale Amici Attilio Manca) in occasione del 14esimo anniversario della sua morte, lo ricorderà attraverso un incontro dibattito sul suo omicidio: “La dignità di Attilio Manca calpestata dal tiranno e dall’ignoranza“.
Continua a leggere

Attilio Manca: il suicidato

il-suicidatoLa prefazione di Salvatore Borsellino dal libro di Sara Favarò: il ritratto autentico di una madre coraggio

In occasione della presentazione del libro “Il suicidato” che si terrà oggi a Palermo, alla “Casa di Paolo”, pubblichiamo con piacere la prefazione scritta dal fratello di Paolo Borsellino che impreziosisce ulteriormente questo libro importante. Che ha il grande merito di contribuire a tenere alta l’attenzione sulla morte misteriosa di Attilio Manca attraverso le parole indelebili di sua madre. A futura memoria.

Continua a leggere

Presentazione del libro “Il suicidato” – Palermo, 17 Gennaio

il-suicidatoMercoledì 17 gennaio alle ore 17 presso la Casa di Paolo in via della Vetriera 57 a Palermo si terrà la presentazione del libro “Il suicidato” (ed. Salvatore Insegna) di Sara Favarò. All’incontro oltre all’autrice, parteciperanno Salvatore Borsellino, l’editore Salvatore Insegna, la Signora Angela Manca ed Augusta Schiera, mamma di Nino Agostino, anche lui assassinato, insieme alla moglie e al bimbo che portava in grembo, in circostanze ancora avvolte da una cupa coltre di nebbia. Continua a leggere

Dalla Sardegna un grido di protesta: giustizia e verità per Attilio Manca!

manca-attilio-900La presentazione del libro sul mistero della morte del giovane urologo
di Giuseppe Cabizzosu – Foto

Ieri sera ad Ulassai si è tenuta la presentazione di un libro. Non un libro qualsiasi. Uno dei tanti che affollano le biblioteche e, non di rado, annoiano i lettori. Presentati quasi per dovere istituzionale o per alimentare un mercato ormai consunto e distratto di testi che riempiono gli scaffali e che ogni tanto qualche libraio, pietoso, si ricorda di spolverare per fare bella mostra di sé nei palchetti troppo pieni e troppo poco visitati. No. Il libro presentato ieri (con il patrocinio del Comune di Ulassai) era, ed è, di un’altra pasta. Continua a leggere