Archivi categoria: News

L’anello debole del caso Manca: ricorso contro la condanna della Mileti

manca-attilio-3di Lorenzo Baldo
Eccolo il ricorso in appello dell’avvocato Cesare Placanica, legale di Monica Mileti, la cinquantottenne romana, condannata in primo grado dal Tribunale di Viterbo a cinque anni e quattro mesi di reclusione e al pagamento di 18mila euro di multaper aver ceduto l’eroina che ha causato la morte dell’urologo siciliano Attilio Manca . Monica Mileti è stata condannata, ma senza prove certe – dichiara l’avv. Placanica al sito tusciaweb –. Abbiamo fatto appello e stiamo aspettando fiduciosi l’udienza, che non è ancora stata fissata”. Continua a leggere

#leIene: lo strano suicidio di Attilio Manca tra Provenzano e la trattativa

le-iene-caso-mancadi Lorenzo Baldo
Un servizio tanto atteso quello di ieri sera de “Le Iene” sul caso di Attilio Manca. Che non ha disatteso le aspettative. Nella minuziosa ricostruzione di Gaetano Pecoraro sfilano uno dopo l’altro i principali protagonisti di questo mistero italiano. Dopo le testimonianze accorate degli anziani genitori Gino e Angelina, sono i due legali della famiglia Manca, Antonio Ingroia e Fabio Repici, a spiegare nel dettaglio le anomalie di questo omicidio camuffato da suicidio a base di droga. Continua a leggere

Le Iene Show: questa sera si parla di Attilio Manca

manca-attilio-le-ieneIn onda su Italia 1 alle 21,15 il nuovo appuntamento con l’irriverente approfondimento condotto da Ilary Blasi e Teo Mammucari

Le Iene vanno avanti, in attesa di rivedere Nadia Toffa di nuovo operativa, va in onda la puntata dello show di Italia 1 del martedì, quella tradizionalmente condotta dal duo Ilary Blasi e Teo Mammucari. Il 5 dicembre in compagnia della Gialappa’s Band va in onda un nuovo appuntamento: ecco le anticipazioni dei servizi. Continua a leggere

Presentazione del libro ‘Un “suicidio” di Mafia’ – Catania, 23 Novembre

un-suicidio-di-mafiaGiovedì 23 novembreore 17, nell’aula magna di Palazzo Vanasco, sede dell’accademia di belle arti di Catania sarà presentato il libro d’inchiesta ‘Un “suicidio” di mafia. La strana morte di Attilio Manca‘, Castelvecchi editore, del giornalista e scrittore Luciano Mirone.
L’incontro dall’alto valore formativo, organizzato su iniziativa della professoressa Liliana Nigro e della giornalista Elisa Guccione, analizzerà sotto l’aspetto medico legale la morte dell’urologo di Barcellona Pozzo di Gotto, che è da collegare con l’operazione di cancro alla prostata cui, nel settembre 2003, è stato sottoposto a Marsiglia il latitante capo di Cosa Nostra Bernardo Provenzano.
La presentazione, moderata dalla giornalista Elisa Guccione, sarà animata da Sonia Alfano, ex presidente Commissione Europea Antimafia, Cataldo Raffino, medico legale, Giuseppe Fiorito, avvocato penalista-criminologo S.I.C, Luciano Mirone, giornalista scrittore, Liliana Nigro, docente di storia del costume presso l’accademia di Belle Arti, e Virgilio Piccari, direttore dell’Ente Etneo. Sarà presente in collegamento telefonico anche Angela Manca, la madre di Attilio.
Per scrivere questo libro l’autore si avvalso di numerosi atti giudiziari, diverse testimonianze e della consulenza di quattro docenti di medicina legale e di personale scientifico di altissimo livello per ottenere delle risposte sulla dinamica dell’omicidio camuffato da suicidio, in quanto Attilio Manca era un mancino puro e non avrebbe potuto aver utilizzato la mano destra per iniettare nel braccio sinistro la dose letale di eroina.
La morte dell’urologo di Barcellona Pozzo di Gotto il primo in Italia a operare il cancro alla prostata per via laparoscopica è uno dei casi più eclatanti di giustizia deviata strettamente collegata alla trattativa Stato mafia, come testimoniano le dichiarazioni di diversi pentiti.

Fontenewsicilia.it

Giulia Sarti: “Stato-mafia nella morte di Attilio Manca”

sarti-giulia-c-emanuele-di-stefanodi Marcella Ruggeri
“Lo Stato ha e ha avuto un ruolo nella cattura dei latitanti quali Matteo Messina Denaro oppure Totò Riina, il cui covo è stato lasciato senza essere perquisito per 18 giorni. Tutto questo si intreccia con il caso della morte del medico Attilio Manca che ha operato Bernardo Provenzano e, per questo, sarebbe stato ucciso. È normale che, in certi casi, ci sia un depistaggio anche se esperti di alto calibro abbiano verificato che non si tratta di suicidio. Bisogna andare a parlare con la famiglia di Attilio che voi avete vicino a Barcellona Pozzo di Gotto per conoscere la verità”. Così, Giulia Sarti della Commissione Nazionale Antimafia, afferente al M5S che, l’altro ieri, è stata invitata a Palazzo Zanca per focalizzare l’entità della criminalità organizzata in Sicilia e la connivenza con le istituzioni, a volte, autorizzata. Continua a leggere

Il caso Attilio Manca, un delitto di mafia e di Stato

schermata-2017-10-13-alle-17-04-52di Antonio Ingroia
In “Stato di diritto”, la sua rubrica settimanale su Pandora Tv, Antonio Ingroia torna sul caso di Attilio Manca, il giovane urologo siciliano trovato morto nella sua casa di Viterbo: “Una morte liquidata in fretta dalla procura di Viterbo come una tragedia di droga. Fu invece un delitto di mafa, a cui parteciparono anche uomini dei servizi segreti, per coprire la latitanza di Bernardo Provenzano. Una verità legata alla trattativa traStato e mafia che non si vuole far venire a galla”. Continua a leggere

David Rossi come Attilio Manca: Servizi Segreti, Magistrati Ambigui e Tanti Misteri

rossi-david-morte-mancadi Francesca Scoleri
Un suicidio inattendibile quello attribuito a David Rossi, avvenuto il 6 marzo del 2013. Il corpo fu trovato privo di vita sotto la finestra del suo ufficio in una zona centrale di Siena. Un’inchiesta de Le Iene rivela particolari preziosissimi ai fini dell’accertamento della verità ma la magistratura persiste nel non considerarli. Proprio come nel caso di Attilio Manca. Continua a leggere